Boulder’s beach: pinguini del capo

Pin It

BOULDER’S BEACH: PINGUINI DEL CAPO

Una delle principali attrazioni di Simon’s Town è la celebre Boulders Beach, situata pochi chilometri a sud dell’abitato. Si tratta di una delle spiagge più popolari della Penisola e dal 1985 ospita una colonia di pinguini africani. È un fatto notevole che i pinguini si siano stabiliti qui spontaneamente in un momento storico in cui la spiaggia era già frequentata dagli esseri umani. La spiaggia prende il nome da alcuni “macigni” (boulder) di granito e appartiene all’area del Parco nazionale di Table Mountain.

Il pinguino del Capo o pinguino africano o pinguino dai piedi neri (Spheniscus demersus Linnaeus, 1758) è un pinguino diffuso inSudafrica e su alcune isole della Namibia. La sua lunghezza può raggiungere i 68-70 cm ed il suo peso è 2,9 chilogrammi circa.

Il dorso dello Spheniscus demersus è di colore grigio-nero scuro mentre il ventre, il petto ed il collo sono bianchi. Una sorta di banda nera scende dal petto fino alle zampe dell’animale. Sopra l’occhio ha una macchia rosa. Ha zampe palmate, e come tutti i pinguini non sa volare. Mutano le penne durante il periodo di muta, fra Ottobre e Novembre. In questo periodo non possono entrare in acqua in quanto non hanno la protezione delle piume impermeabili. Per questo si sovraalimentano nel periodo prima della muta!

Hanno delle ghiandole del sale sulla testa, che permettono ai pinguini di limitare l’eccesso di sale che ingeriscono tramite i pesci che mangiano e l’acquia salata che bevono. Il sale e’ espulsto attraverso le narici!!

Nuotano a circa 20km/h quando sono a caccia e solitamente cacciano in gruppo. È soprannominato “pinguino asino” per il verso simile a quello del quadrupede.Si nutre soprattutto di gamberetti che si trovano nel mare detti “krillin“.